Sanremo – Inizia venerdì a Sanremo la J/70 Cup 2018. Lungo le banchine dello Yacht Club Sanremo, organizzatore di questa prima frazione stagionale assieme alla J/70 Italian Class, si ritroveranno una sessantina di equipaggi in rappresentanza di nove Nazioni, buona parte dei quali rappresentano la massima espressione di quella che, a oggi, si conferma come una delle più competitive classi one design.

Tra gli attesi protagonisti non manca Calvi Network che, dopo un’articolata serie di allenamenti invernali, sarà al via con alcune novità rispetto alle passate stagioni. Al timone sarà infatti impegnato Gianfranco Noé, vincitore lo scorso anno con White Hawk del titolo iridato Corinthian in occasione del frequentatissimo Audi J/70 World Championship di Porto Cervo. Ad assisterlo, nel ruolo di tattico, non mancherà Karlo Hmeljak, ormai alla quarta stagione con il Lightbay Sailing Team, che lascia le regolazioni della randa a Giulio Desiderato, responsabile per l’Italia del settore one design per conto di North Sails. Le vele di prua saranno invece di competenza di Sergio Blosi, come sempre nella doppia veste di trimmer e comandante della barca, mentre a bordo si registrerà il ritorno di Irene Bezzi, già vincitrice del Campionato Europeo 2014 proprio con Calvi Network.

“Grazie a Carlo Alberini, che ci da la possibilità di regatare nonostante la sua assenza, ci presentiamo al via della stagione con un equipaggio nuovo e fortemente motivato a fare bene – spiega Karlo Hmeljak – Durante l’inverno ci siamo allenati molto e siamo confidenti nelle nostre potenzialità, ma siamo anche consapevoli che ci vuole tempo per amalgamare al meglio il team ed essere pienamente competitivi: per questo siamo curiosi di vedere come ci inseriremo all’interno della flotta e quale sarà il risultato del confronto con gli equipaggi più forti”.

Tra le boe, per un numero massimo di otto regate con ultima partenza possibile alle 14.30 di domenica, Calvi Network incrocerà vecchie e nuove conoscenze. Su tutti, a lottare per il successo saranno i due volte campioni europei di Petite Terrible, guidati da Claudia Rossi, Notato Team di Luca Domenici, Uji Uji di Alessio Marinelli, Mascalzone Latino di Achille Onorato, L’Elagain di Franco Solerio, Enfant Terrible di Alberto Rossi e J-Curve di Mauro Roversi.